Prosegue la programmazione CAOS2018

Prosegue la programmazione CAOS2018

Da giovedì 22 a sabato 24 marzo alle h 21 alle Officine Caos per la programmazione CAOS2018, Stalker Teatro presenta la nuova produzione “La Nebbia della Lupa”, spettacolo in cui la storica compagnia rielabora alcuni propri materiali per rilanciare visioni di cui gli spettatori sono invitati a divenire co-autori.


Si parte dal pretesto della sottile nebbia che si sviluppa sopra la superficie marina dello stretto di Messina – chiamata “la nebbia della lupa” - per poi lambire la costa grazie al soffio delle brezze. Ci sono tuttavia diverse ipotesi sull'origine del nome. Nell’ambito del Cristianesimo, il lupo è da sempre stato identificato con il diavolo, declinato al femminile, per identificarvi la causa del male; secondo un’altra ipotesi,  il nome di tale fenomeno deriverebbe dalla locuzione dialettale “avere la lupa nello stomaco” (traducibile in “avere una fame da lupi”) che caratterizzava la condizione dei pescatori dello stretto di Messina, in tutte le circostanze in cui, a causa della presenza della nebbia in mare, non erano in grado di rientrare poiché impossibilitati a individuare la luce del faro. Un’altra tesi vuole che il nome lupa derivi dal suono, simile ad un ululato, che le imbarcazioni emettevano per segnalare la propria posizione in mare in caso di nebbia.

Con l’ideazione e la regia di Gabriele Boccacini, la voce narrante di Adriana Rinaldi e le musiche originali di OZmotic, Stalker Teatro propone un teatro immaginario che scaturisce dalla sostanza concreta degli atti performativi di Stefano Bosco, Erika Di Crescenzo e Dario Prazzoli, che indagano il mistero da cui tutti provengono e da cui si è naturalmente attratti.

“Se il teatro vive per se stesso, e non ha un contesto (una zolla di terra), allora è pura rappresentazione di un sogno o una sacra rappresentazione, precedente la comparsa degli stessi Dei (un cristallo); una immaginazione, presenze, che rispecchiano tutto quello che non c’è, ma che potrebbe esserci!”
 
Progetto e regia: Gabriele Boccacini
Performer: Stefano Bosco, Erika Di Crescenzo, Dario Prazzoli
Voce: Adriana Rinaldi
Musiche originali di OZmotic eseguite dal vivo da Simone Bosco
Luci e suono: Sancio Andrea Sangiorgi e Giorgio Peri
Scene e costumi: Stalker Teatro – assistente all’allestimento: Gaia Conti
Produzione: Stalker Teatro, con il sostegno di: MiBACT, Regione Piemonte, Città di Torino.
 

- Segue rinfresco ed incontro con gli artisti -

Gradita la prenotazione allo 011.7399833 o scrivendo a info@stalkerteatro.net

Articolo precedente In ricordo di Luciano Bettini
Prossimo Articolo Menzione per il film “Al massimo ribasso”
Stampa
157 Rate this article:
No rating

Name:
Email:
Subject:
Message:
x